Impianto di recupero e rifiuti stoccabili: quantità massime

15 maggio 2018

La Cassazione (Cass. Pen., Sez. III, del 3 maggio 2018, n. 18891) si pronuncia in materia di  recupero e quantità massima di rifiuti stoccabili.
I rifiuti esitati dall'attività di trattamento che non hanno ancora cessato di essere tali continuano ad essere assoggettati alla disciplina in materia di gestione dei rifiuti (art. 184-ter, del d.lgs. n. 152/06) per cui concorrono alla determinazione della quantità massima di rifiuti legittimamente stoccabili presso l'impianto di recupero. Diversamente ragionando, si consentirebbe di fatto l'incontrollato ed indiscriminato allargamento delle quantità massime di rifiuti che possono essere gestite dagli impianti di trattamento ai sensi degli artt. 6 e 7 del DM del 5 febbraio 1998 (Individuazione dei rifiuti non pericolosi sottoposti alle procedure semplificate di recupero ai sensi degli articoli 31 e 33 del decreto legislativo 5 febbraio 1997, n. 22).
L'art. 6, comma 3, del medesimo prescrive che la quantità massima di rifiuti non pericolosi sottoposti ad operazioni di messa in riserva presso l'impianto di recupero deve coincidere con la quantità massima recuperabile per l'attività di recupero svolta nell'impianto stesso. L'art. 7, commi 1 e 2, a sua volta, fa riferimento alla quantità massima impiegabile di rifiuti non pericolosi che non deve mai eccedere la capacità dell'impianto. Dunque, ai fini della determinazione delle quantità di rifiuti stoccabili, si deve tener conto della capacità complessiva dell'impianto non solo dei rifiuti materialmente messi in riserva. Del resto, quando l'autorizzazione rilasciata alla ricorrente ha voluto distinguere i rifiuti in ingresso da quelli stoccabili, lo ha fatto espressamente (artt. 3 e 4 che disciplinano la caratterizzazione del rifiuto in ingresso e la gestione di quello rinvenuto non conforme).
Ne consegue che, ai fini dell'accertamento del rispetto delle quantità massime stoccabili si deve tener conto dei rifiuti che, ancorché soggetti a procedura di recupero, non hanno ancora cessato tale qualifica.