RAEE: dal 15 agosto campo aperto di applicazione del d.lgs n. 49/2014

28 maggio 2018

Il Ministero Ambiente ha diramato l’8 maggio scorso INDICAZIONI OPERATIVE PER LA DEFINIZIONE DELL’AMBITO DI APPLICAZIONE “APERTO” DEL DECRETO LEGISLATIVO N. 49/2014.
Il 15 agosto 2018 entrerà in vigore, infatti,  il “campo aperto” di applicazione del d. lgs. 49/2014, come previsto dalla direttiva 2012/19/UE sui rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche. Le regole sui RAEE del d.lgs n. 49/2014 interesseranno, dunque, tutte le AEE classificate nell’allegato III.
La Commissione europea nella relazione COM(2017) 171 finale del 18 aprile 2017, avente ad oggetto il riesame del campo di applicazione della direttiva 2012/19/UE sui RAEE, afferma che le modifiche, apportate all’ambito di applicazione riguardano il passaggio dalle attuali 10 categorie dell’Allegato 1 della nuova direttiva RAEE alle 6 nuove categorie dell’Allegato III, che includono due categorie “aperte” relative alle apparecchiature di grandi e piccole dimensioni ed evidenzia che la nuova direttiva disciplina tutte le categorie di AEE che rientrano nell’ambito di 4 applicazione della vecchia direttiva e che il fatto di “rendere aperto” l’ambito di applicazione dovrebbe permettere di eliminare i problemi risultanti dalla diversa classificazione dei prodotti operata negli Stati membri.
Il ministero ha predisposto un documento allo scopo di fornire agli operatori del settore uno strumento utile a verificare se un prodotto rientra nell’ambito di applicazione della direttiva RAEE. Tale documento ha carattere generale e si inquadra nell’ambito delle funzioni assegnate al Comitato di vigilanza e controllo all’art. 35 del d.lgs. n. 49/2014, ed è stato elaborato con il supporto della segreteria tecnica fornita da ISPRA e della Direzione generale per i rifiuti e l’inquinamento del Ministero dell’ambiente e del territorio e del mare.