Dichiarazioni dell'OIV

17 giugno 2020

Ormai da anni le società pubbliche e partecipate pubbliche devono nominare un Organismo Indipendente di Valutazione (OIV) cui affidare il compito di promuovere e attestare l’assolvimento degli obblighi relativi alla trasparenza.

Tale soggetto a norma dell’art. 14 comma 4 lett. g) del D.Lgs. 150 del 2009 rilascia ogni anno delle attestazioni che devono essere pubblicate sul sito internet della società oggetto di valutazione.

Le dichiarazioni sono di diverso tipo e perseguono schemi diversi.

La griglia di rilevazione tiene conto della completezza dei dati pubblicati, della completezza rispetto agli uffici, dell’aggiornamento dei dati pubblicati e la forma con la quale le informazioni sono state rese disponibili sul sito internet della società.

Il documento di attestazione concerne le valutazioni sintetiche dell’OIV rispetto alle misure organizzative adottate per il funzionamento dei flussi informativi contenuti nella relativa sezione dell’amministrazione nonché riguardo all’individuazione nella sezione Trasparenza del PTPC dei responsabili della trasmissione e della pubblicazione dei documenti, delle informazioni e dei dati.

Novità del documento di attestazione del 2020 è l’ulteriore dichiarazione relativa alle soluzioni tecniche adottate per poter impedire ai motori di ricerca web di indicizzare ed effettuare ricerche all’interno della sezione amministrazione trasparente.

L’OIV o struttura analoga, compila inoltre la scheda di sintesi che rappresenta lo strumento di tracciabilità delle attività di vigilanza svolte per rendere le dichiarazioni richieste. Nello specifico devono essere indicate le modalità con cui si sono svolte le verifiche e gli aspetti critici riscontrati nel corso della rilevazione.

Gli adempimenti dell’Organismo Individuale di Valutazione, per l’anno corrente dovranno verificare lo stato di pubblicazione al 30 giugno (contrariamente alla data indicata negli ultimi anni fissata per il 31 marzo). La relativa attestazione dovrà essere pubblicata nella sezione “Amministrazione Trasparente” o “Società trasparente” entro il 31 luglio 2020 e non più entro il 30 aprile 2020. Tale proroga è stata concessa con Delibera 213 del 4 marzo 2020 in ragione dell’emergenza sanitaria connessa al COVID-19.

Quanto all’assunzione del ruolo di OIV occorre precisare che esiste un elenco nazionale dedicato a tali organismi. L’iscrizione nell’Elenco nazionale è una condizione indispensabile per poter prendere parte alle procedure comparative di nomina degli Organismi indipendenti di valutazione della performance (di seguito “OIV”), istituiti ai sensi dell’articolo 14 del decreto legislativo 27 ottobre 2009, n. 150, presso amministrazioni, agenzie ed enti statali, anche ad ordinamento autonomo.

Per le altre amministrazioni si richiama quanto chiarito con nota circolare del 19 gennaio 2017 in cui si precisa che le amministrazioni diverse da quelle individuate dall’art. 1, comma 2 del D.M 2 dicembre 2016 decidono, nell’ambito della propria autonomia e secondo i rispettivi ordinamenti, se richiedere il requisiti dell’iscrizione nell’Elenco Nazionale quale condizione per la nomina dei componenti del proprio OIV ai sensi dell’art. 14 del decreto legislativo n. 150/2009.

In caso positivo, ne consegue la piena adesione alla disciplina del D.P.R. n. 105/2016 e dello stesso D.M 2 dicembre 2016 che individua, tra l’altro, il requisito dell’iscrizione nell’Elenco nazionale quale condizione per la nomina dei componenti degli OIV.

Occorrerà dunque leggere con attenzione gli avvisi per il conferimento degli incarichi di OIV laddove non si abbiano i prerequisiti di iscrizione nell’Elenco Nazionale.