La gestione dei rifiuti non si ferma!

23 marzo 2020

L’Organizzazione mondiale della sanità il 30 gennaio 2020 ha dichiarato l’epidemia da COVID-19 un’emergenza di sanità pubblica di rilevanza internazionale. Purtroppo l'evolversi negativo della situazione epidemiologica unito all’incremento esponenziale dei casi sul territorio nazionale ha condotto alla gravosa decisione di adottare, sull’intero territorio nazionale, ulteriori misure in materia di contenimento e gestione dell'emergenza.

Il dpcm del 22 marzo, come tutti abbiamo avuto notizia, ha introdotto così ulteriori misure in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull'intero territorio nazionale.

Sono sospese tutte le attività produttive industriali e commerciali, ad eccezione di quelle indicate nell’allegato 1. Non si fermano, per il settore che interessa in questa sede:

  • Fornitura di energia elettrica, gas vapore e aria condizionata;
  • Raccolta, trattamento e fornitura di acqua;
  • Gestione delle reti fognarie;
  • Attività di raccolta, trattamento e smaltimento dei rifiuti; recupero dei materiali;
  • Attività di risanamento e altri servizi di gestione dei rifiuti.