Ambiente Legale Digesta, Settembre - Ottobre 2016

focus

Classificazione di rifiuti: il potere irritante/corrosivo delle scorie da incenerimento

di Paolo Zoppellari

Con questo contributo si vogliono fornire alcune valutazioni in merito alle scorie derivanti all’incenerimento di rifiuti urbani (ed assimilati) e speciali, la cui classificazione, in relazione ai quantitativi prodotti a livello nazionale, nonché alla luce delle novità normativa sul punto, può determinare effetti di significativa rilevanza sull’intero sistema di gestione dei rifiuti.
Le scorie, infatti, sono caratterizzate da pH generalmente molto elevati.
Tuttavia con l’entrata in vigore del  regolamento 1357/2014 e della Decisione n. 955/2014, il pH non è più un parametro sul quale ci si possa basare per attribuire o meno una o più caratteristiche di pericolo al rifiuto. Pertanto si procederà con la presente disamina ad una corretta individuazione delle caratteristiche di pericolo alla luce delle novità introdotte.


  • Il Regolamento n. 1357/2014 e la Decisione 2014/955/UE hanno innovato i criteri da seguire per la classificazione dei rifiuti.
  • La gran parte delle scorie da incenerimento di rifiuti urbani è classificata come rifiuto non pericoloso.
  • Il pH non è più un parametro sulla base del quale attribuire o meno una o più caratteristiche di pericolo al rifiuto, sebbene rimanga comunque un elemento da cui trarre utili informazioni.
  • Si può quindi desumere che, con approccio cautelativo ed in assenza di ulteriori determinazioni per scorie da incenerimento di rifiuti urbani e speciali con le caratteristiche assunte come caso di studio potrebbe essere opportuna l’attribuzione della caratteristica di pericolo HP4 - Irritante: irritazione cutanea e lesioni oculari.
  • Risulta quindi consigliabile, anche e soprattutto per avere un risultato adeguatamente accurato e con approccio non solo cautelativo, ricorrere ai previsti test di laboratorio, le cui risultanze sono peraltro da considerarsi espressamente, secondo norma, comunque prevalenti rispetto a valutazioni teoriche.



LEGGI DI PIU'