QUESITI

Come viene definito il “deposito temporaneo”? Necessita di autorizzazione?

Preliminarmente deve evidenziarsi che ai sensi dell’art. 183 co. 1 lett. bb), del TUA, il deposito temporaneo è definito come “il raggruppamento dei rifiuti e il deposito preliminare alla raccolta ai fini del trasporto di detti rifiuti in un impianto di trattamento, effettuati, prima della raccolta, nel luogo in cui gli stessi sono prodotti, da intendersi quale l’intera area in cui si svolge l’attività che ha determinato la produzione dei rifiuti o, per gli imprenditori agricoli di cui all’articolo 2135 del co-dice civile, presso il sito che sia nella disponibilità giuridica della cooperativa agricola, ivi compresi i consorzi agrari, di cui gli stessi sono soci”, il quale deve essere effettuato a determinate condizioni stabilite dalla legge.

SCARICA PDF

Sommario